DOCUMENTAZIONE - Storia e politica italiana e internazionale





INDICE

HOME

Presidenziali USA

Presidenziali Francia 07

COREA DEL NORD

EUROPA

ITALIA - STORIA

Pensiero Economico

IRAQ

ONU

PALESTINA

IRAN

AFGHANISTAN PAKISTAN

RUSSIA E CAUCASO

RIVOLUZIONE RUSSA

MEDIO ORIENTE

GLOBALIZZAZIONE

KOSOVA

ECHELON

UZBEKISTAN

AFRICA

ATTENTATI SPAGNA

MONDO

MEDIA

 

CERCA NEL SITO

 

LA RIFORMA DELLA REGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA

UNA RIFONDAZIONE:
Ricostruire la supervisione e la regolamentazione finanziaria

Dipartimento del Tesoro [degli Stati Uniti]

18/06/2009

Scaricare il testo completo originale (in inglese)

Pubblichiamo qui solo una parziale traduzione del testo di 101 pagine.

---- work in progress ---

Indice:

Introduzione ...........................................................................................................................................

2

Riassunto delle raccomandazioni ..........................................................................................................

10

I Promuovere una supervisione e regolamentazione "robuste" delle aziende finanziarie ....................

19

II Stabilire un'ampia regolamentazione dei mercati finanziari ..............................................................

43

III Proteggere i consumatori e gli investitori dagli abusi finanziari ........................................................

55

IV Fornire al governo gli strumenti necessari alla gestione della crisi finanziaria .................................

76

V Stabilire Standard internazionali di regolamentazione e migliorare la cooperazione internazionale

80

Introduzione

Negli ultimi due anni abbiamo dovuto affrontare la più grave crisi finanziaria dopo la Grande Depressione. Gli Americani in tutta la nazione stanno lottando con la disoccupazione, la scomparsa di imprese, la caduta dei prezzi delle case, e il declino del risparmio. Queste sfide hanno costretto il governo a prendere misure straordinarie per rilanciare il nostro sistema finanziario e fare in modo che le persone possano accedere a prestiti per comprare una macchina o la casa, per pagare la scuola dei figli o per  finanziare un'impresa.

Le radici di questa crisi risalgono a decenni. Anni senza una grave recessione economica hanno creato una forma di autocompiacimento degli intermediari finanziari e degli investitori. Le difficoltà finanziarie, come il quasi fallimento del Long Term Capital Management e la crisi finanziaria asiatica hanno avuto un impatto minimo sulla crescita economica negli Stati Uniti, cosa che ha condotto ad aspettative eccessive sulla resistenza dei nostri mercati finanziari e delle nostre imprese. L'aumento dei prezzi degli attivi, in particolare in materia di alloggi, ha nascosto la debolezza dei requisiti sul credito e ne ha mascherato il crescente effetto leva su tutto il sistema.

In alcune delle nostre più sofisticate imprese finanziarie, i sistemi di gestione dei rischi non hanno tenuto il passo con la complessità dei nuovi prodotti finanziari. La mancanza di trasparenza e di standard nei mercati dei crediti cartolarizzati ha contribuito a ammorbidire i requisiti per la sottoscrizione (del debito, NdT). La disciplina di mercato è crollata quando gli investitori hanno dato eccessivo credito alle agenzie di rating. Le pratiche di compensazioni in tutto il settore dei servizi finanziari hanno premiato i profitti a breve termine a scapito del valore a lungo termine .

Le famiglie hanno conosciuto un aumento significativo del loro accesso al credito, ma questi vantaggi sono stati offuscati dalle pervasive mancanze in materia di tutela dei consumatori, lasciando molti americani con obbligazioni che non erano in grado di capire e che non potevano permettersi.

Mentre la crisi ha avuto molte cause, è ora chiaro che il governo avrebbe potuto fare di più per evitare che molti di questi problemi crescessero senza controllo fino a minacciare la stabilità del nostro sistema finanziario. Lacune e carenze nel controllo e nella regolamentazione delle imprese finanziarie hanno rappresentato delle le sfide per la capacità del nostro governo di controllare, prevenire o affrontare i rischi man mano che crescevano nel sistema. Nessun regolatore ha considerato come suo lavoro quello di proteggere l'economia e il sistema finanziario nel suo complesso. Gli approcci esistenti in materia di regolamentazione delle holding bancarie erano incentrati sulla protezione delle filiali bancarie, non sulla regolamentazione complessiva di tutta l'azienda. Le Banche d'investimento sono state autorizzate ad optare per un regime diverso con una diversa regolamentazione, e in tal modo, sono sfuggite ai corretti vincoli sul leverage. Altre aziende, come AIG, possedevano depositi assicurati [insured depositories], ma sono sfuggite alle strettoie dei regolamenti di holding perché questi depositi non sono tecnicamente "banche" secondo il diritto di riferimento.

Dobbiamo ora agire per ripristinare la fiducia nell'integrità del nostro sistema finanziario. Il danno economico permanente per le famiglie e le imprese medie è un costante richiamo alla necessità urgente di intervenire per riformare il nostro sistema di regolamentazione finanziaria e mettere la nostra economia sulla buona strada per una ripresa sostenibile. Dobbiamo costruire una nuova base per la regolamentazione e supervisione finanziaria che sia più semplice e più efficace, che protegga i consumatori e gli investitori, che premi l'innovazione e che sia in grado di evolversi ed adattarsi ai cambiamenti del mercato finanziario.

Nelle pagine seguenti, proponiamo riforme per raggiungere i seguenti obbiettivi:

(1) Promuovere un controllo e una regolamentazione finanziaria robusti delle imprese. Le istituzioni finanziarie critiche per il funzionamento del mercato dovrebbe essere soggette a una forte supervisione. Nessuna società finanziaria che ponga rischi significativi per il sistema finanziario dovrebbe essere poco o niente regolamentata. Abbiamo bisogno di chiare responsabilità di supervisione finanziaria e di vigilanza. Noi proponiamo:

  • Un nuovo Comitato di regolamentatori finanziari per la supervisione dei servizi finanziari  per identificare i rischi sistemici emergenti e migliorare la cooperazione tra le autorità.

  • Nuovi poteri per la Federal Reserve di controllare tutte le aziende che potrebbero costituire una minaccia per la stabilità finanziaria, anche quelle che non sono proprietà di banche.

  • L'aumento del capitale e altre norme prudenziali per tutte le imprese finanziarie, e standard ancora più stringenti per le grandi imprese interconnesse.

  • Un nuovo Garante della Banca nazionale per vigilare su tutte le banche corporate a livello federale [federally chartered].

  • Eliminazione della federal thrift charter e di altre lacune che hanno permesso ad alcune istituzioni depositarie di aggirare le regolamentazioni della Federal Reserve sulle holding bancarie.

  • La registrazione presso la SEC dei consulenti degli hedge funds e di altri fondi privati di capitali.

(2) Mettere in atto una completa supervisione dei mercati finanziari. I nostri principali mercati finanziari devono essere sufficientemente forti per resistere sia a stress a livello di sistema, sia al fallimento di una o più grandi istituzioni. Noi proponiamo:

  • Una rafforzata regolamentazione delle cartolarizzazione dei mercati, inclusi nuovi requisiti per la trasparenza del mercato, una maggiore regolamentazione delle agenzie di rating, e l'obbligo che gli emittenti e gli originatori mantengano un interesse finanziario nei crediti cartolarizzati.

  • Una regolamentazione completa di tutti i derivati liberamente commerciabili [over-the-counter].

  • Nuovi poteri per la Federal Reserve di controllare i sistemi di pagamento, di compensazione e di clearing.

(3) Proteggere i consumatori e gli investitori dagli abusi finanziari . Per ricostruire la fiducia nei nostri mercati, abbiamo bisogno di una forte e coerente regolamentazione e vigilanza sui servizi finanziari ai consumatori e sui mercati di investimento. Dobbiamo basare questa sorveglianza non su speculazioni o modelli astratti, ma sui dati effettivi a proposito di come le persone prendono le decisioni finanziarie. Dobbiamo promuovere la trasparenza, la semplicità, l'equità, la responsabilità, e l'accessibilità. Noi proponiamo:

  • Una nuova Agenzia per la protezione dei consumatori finanziari per proteggere i consumatori in tutto il settore finanziario da pratiche sleali, ingannevoli e abusive.

  • Regolamentazioni più severe per migliorare la trasparenza, la correttezza e l'adeguatezza dei prodotti e dei servizi per i consumatori e gli investitori.

  • Norme più rigorose e condizioni di gioco eque per i fornitori di prodotti e servizi finanziari ai consumatori, anche se non fanno parte di una banca.

(4) Fornire al governo gli strumenti necessari per gestire le crisi finanziarie. Dobbiamo essere sicuri che il governo abbia gli strumenti necessari per gestire le crisi, se e quando si verificano, in modo da non trovarsi di fronte a scelte insostenibili tra salvataggi e crolli finanziari. Noi proponiamo:

  • Un nuovo regime per risolvere i problemi delle istituzioni finanziarie non bancarie il cui cedimento potrebbe avere gravi effetti sistemici.

  • Una revisione della autorità per i prestiti d'emergenza della Federal Reserve per aumentarne la responsabilità.

(5) Incrementare gli standard internazionali di regolamentazione e migliorare la cooperazione internazionale. Le sfide che abbiamo di fronte non sono solo americane, sono sfide globali. Così come noi stiamo lavorando per più stringenti standard di regolamentazione qui negli Stati Uniti, altrettano dobbiamo chiedere al mondo di fare lo stesso. Noi proponiamo:

  • Riforme a livello internazionale per sostenere il nostro impegno nel nostro paese, ivi compreso il rafforzamento della struttura del capitale, il miglioramento globale della vigilanza sui mercati finanziari, il coordinamento del controllo delle imprese operanti a livello internazionale e il rafforzamento degli strumenti di gestione delle crisi.


INDICE

Cerca nel sito: